Cosa vedere a procida in un giorno

Una giornata a...Procida

Spesso messa in ombra da Capri e Ischia, l’isola di Procida nel Golfo di Napoli può effettivamente offrire una giornata più rilassante e meno costosa rispetto ai suoi vicini più grandi.

La graziosa isola di Procida vicino a Napoli ha alcune delle case più colorate d’Italia, ma sorprendentemente è ancora una gemma nascosta. Dopo un paio di giorni di frenetica visita della città, siamo saliti sul traghetto Napoli Procida e abbiamo trascorso una giornata rilassante al mare. 

Le sue rive si raggiungono in poco più di mezz’ora di nave da Napoli.

Una volta arrivato, offre una serie di attrazioni: villaggi colorati e pittoreschi, viste mozzafiato sul mare e sulle forme naturali dell’isola, storia interessante e cibo delizioso ea prezzi ragionevoli.

Ecco un itinerario consigliato per una piacevole giornata a Procida:

Foto: Julia Maudlin

Iniziate la giornata con la colazione in uno dei bar del porto di Marina Grande, dove arrivano i battelli da Napoli.

Al Bar Roma (Via Roma, 42) si può prendere un caffè accompagnato da una “Lingua” – specialità locale costituita da pasta frolla ripiena di crema, talvolta aromatizzata al limone. Poi passeggia nell’isola e sali a Terra Murata, l’antica città fortificata da mura nel XVI secolo per proteggere i coloni dai pirati.

Sulla strada potrai guardare indietro oltre il colorato porto di Corricella, e una volta raggiunto il Belvedere di Terra Murata, potrai ammirare panorami mozzafiato sul Golfo di Napoli e su Capri.

Foto: Catherine Hornby

Da questa piazza si può anche vedere il Palazzo d’Avalos arroccato sulla scogliera, un castello trasformato in prigione nel 1830. I criminali sono stati rinchiusi qui fino al 1988, inclusi prigionieri politici come membri anziani del regime fascista italiano.

Dopo aver goduto del panorama, puoi recarti alla vicina Abbazia di San Michele Arcangelo per conoscere l’affascinante storia e le tradizioni di Procida. Le guide offrono visite guidate del sito, dove è possibile vedere botole che conducono alle catacombe sotto la chiesa, un presepe fatto di conchiglie, una biblioteca contenente una serie di documenti geografici, storici e musicali e diverse graziose cappelle contenenti offerte votive a S. Michele, patrono di Procida.

Le catacombe al piano inferiore sono al momento chiuse in quanto necessitano di ristrutturazione, ma il resto dell’abbazia merita comunque una visita. 

Foto: Catherine Hornby

Dopo il tour dell’abbazia, puoi passeggiare lungo la collina e nel colorato porto di Corricella, dove ogni casa è dipinta in una diversa tonalità pastello. Questo pittoresco villaggio ha ispirato molti registi ed è stato l’ambientazione di film tra cui Il Postino (Il postino) e Il talento di My Ripley.

Quando si raggiunge il porto si può passeggiare lungo il mare, dove si possono vedere i pescatori riparare le reti, chiacchierare o prepararsi per uscire con le loro barche.

Foto: Catherine Hornby

Puoi scegliere tra i ristoranti di Corricella per pranzo. Questa è la tua occasione per gustare una vasta gamma di specialità mediterranee, tra cui pesce fresco e piatti locali preferiti come gli spaghetti ai ricci di mare o l’insalata di limoni. Ho mangiato benissimo a La Lampara (Via Marina Corricella, 88), che ha anche una splendida vista sulla baia. I ravioli di mare erano deliziosi, annaffiati con vino Falanghina.

Foto: Catherine Hornby

Quando ci sono stata a gennaio ho anche mangiato molto bene a La Locanda del Postino (Via Marina Corricella, 43), che era uno dei pochi ristoranti aperti in quel periodo dell’anno. Ho apprezzato le palline di pasta fritta come antipasto, seguite da spaghetti con le cozze. Il proprietario è stato molto gentile e ha trascorso del tempo a chiacchierare con me e i miei amici di Procida e della sua storia mentre spiegava i diversi tipi di pesce fresco che aveva in offerta quel giorno. Dopo un ulteriore piatto di frittura di mare, abbiamo terminato il nostro pasto con tre limoncelli.

Foto: Catherine Hornby

Nel pomeriggio potrete recarvi in ​​una delle spiagge di Procida per qualche ora di relax e prendere il sole. Chiaiolella, di fronte a Ischia, è la spiaggia più lunga ed è raggiungibile con gli autobus L1 e L2. Chiaia è una spiaggia alternativa a pochi passi da Corricella, che prevede un percorso lungo alcuni ripidi gradini.

Quando abbiamo visitato Chiaia a giugno non c’erano turisti, solo famiglie locali e bambini che giocavano sulla spiaggia. La sabbia bolle, quindi assicurati di portare le infradito!

Foto: Porfiro

Nel tardo pomeriggio, potresti fare un’altra passeggiata fino a uno dei punti più alti di Procida, in modo da poter guardare indietro sulla bellissima isola mentre il sole tramonta. Al Belvedere dei Due Cannoni si ha una splendida vista su Procida. I colori pastello di Corricella sono molto belli sotto il sole della sera.

Foto: Julia Maudlin

Marina Grande è un luogo vivace per l’aperitivo serale. Potresti prendere un aperitivo al GM Bar (Via Roma, 117) e osservare la gente. Per cena, prova La Pergola, (Via Salette, 10) che offre alcune alternative ai frutti di mare come il coniglio, altra specialità locale. I limoneti del giardino sono una cornice incantevole per una serata di chiacchiere e relax.